I.I.S.S. Vincenzo Lilla - Francavilla Fontana (BR)

F.I.S.CH.I.O. Edizione 2019

Laboratorio gestito dall'associazione "SCIE"

Il teatro costituisce una straordinaria possibilità di favorire l’inclusione scolastica e sociale delle persone con particolari bisogni educativi ed esistenziali. La pratica teatrale può infatti diventare occasione per integrarsi in un gruppo di pari e nella cultura della società in cui i ragazzi vivono. L’attività laboratoriale permette di esprimere le proprie potenzialità e la propria identità. In quest’ottica la diversità è un valore, che insegna la necessità di un ascolto biunivoco: l’alunno coinvolto ascolta il proprio corpo e le proprie emozioni, e a sua volta deve ascoltare le emozioni, i bisogni, le parole e i gesti dell’altro. In realtà prendere atto dei “limiti” degli attori permette di rielaborare i testi teatrali, facendo emergere l’interpretazione del proprio vissuto. L’idea è quella di partire da alcuni miti tratti dalle “Metamorfosi” di Ovidio, riadattati dagli alunni, per lavorare sulla potenza espressiva del corpo nello spazio e sulle emozioni della trasformazione, tanto importante in età adolescenziale. Il laboratorio teatrale “Con occhi di donna” affronta il delicato tema del rispetto delle diversità. Attraverso un graduale lavoro di immedesimazione nei personaggi e nelle scene rappresentate, le emozioni e i sentimenti dei ragazzi che partecipano al progetto vengono continuamente sollecitati. Attori, scenografi e musicisti, sono rispettivamente impegnati ad assemblare, passo dopo passo, una rappresentazione dal significato profondo, estremamente educativa e soprattutto attuale. Hanno un ruolo centrale nel laboratorio l’espressività del volto, l’intensità e la modulazione espressiva della voce; e la gestualità. Pian piano i ragazzi stanno entrando nell’animo dei personaggi, fino a provarne gli stessi sentimenti e le stesse emozioni. Oltre alle prove i nostri attori, nel testo “2019: Odissea sulla terra”, partono dalla descrizione del loro personaggio, con lo scopo di entrare a contatto con loro, con la loro psiche. L’obiettivo è quello di immaginare il loro tono di voce, il loro modo di pensare per una recitazione più naturale e comunicativa. Molto importante è la creazione di un gruppo coeso, uno spirito collettivo che sia come una famiglia, con il fine di aiutarsi nelle difficoltà, un vero e proprio percorso di crescita. Il lavoro teatrale sta insegnando a potenziare il dialogo interpersonale, per valorizzare le differenze in quanto opportunità e arricchimento. L’uso di diversi linguaggi (testo teatrale, musica, movimento coreografico) permetterà di valorizzare le diverse modalità di espressione, rafforzando l’autostima degli alunni coinvolti. L’attività laboratoriale si concluderà, infine, con la rappresentazione di un saggio, per condividere l’esperienza con la comunità scolastica e con la realtà locale.

  • Lab-V-Villa-Scie1
  • Lab-V-Villa-Scie10
  • Lab-V-Villa-Scie11
  • Lab-V-Villa-Scie12
  • Lab-V-Villa-Scie13
  • Lab-V-Villa-Scie14
  • Lab-V-Villa-Scie15
  • Lab-V-Villa-Scie16
  • Lab-V-Villa-Scie17
  • Lab-V-Villa-Scie18
  • Lab-V-Villa-Scie19
  • Lab-V-Villa-Scie2
  • Lab-V-Villa-Scie20
  • Lab-V-Villa-Scie3
  • Lab-V-Villa-Scie4
  • Lab-V-Villa-Scie5
  • Lab-V-Villa-Scie6
  • Lab-V-Villa-Scie7
  • Lab-V-Villa-Scie8
  • Lab-V-Villa-Scie9